Meglio acquistare il latte in polvere a uso zootecnico

Dirai: “Certo: lo vende Cima!”. Ma il latte in polvere a uso zootecnico non ha solo argomentazioni commerciali.

Siamo famosi perché alimentiamo con passione tutte le razze di animali ruminanti allevati.
Siamo famosi perché a ciascuna di esse riserviamo uno specifico latte in polvere a uso zootecnico e non usiamo stratagemmi commerciali per adattare un prodotto a un uso diverso da quello previsto in fase di ricerca e sviluppo.
Certo, questo aspetto comporta alcuni sacrifici, da parte nostra.
Alcune specie sono considerate di minore impatto sui fatturati, ad esempio lo svezzamento di agnelli e capretti genera consumi di latte in polvere a uso zootecnico inferiori nel tempo a causa di situazioni di mercato contingenti alle quali Cima non può certamente porre rimedio.
Nonostante ciò l’attenzione posta alle specificità di ciascuna specie fa sì che in listino sia sempre possibile reperire il prodotto idoneo all’allattamento del singolo caso.
Tutto ciò non è certo frutto di improvvisazione, o di fastidiosi cambi di etichetta. È invece il risultato di una collaborazione lunghissima e proficua con i principali player europei, aziende in grado di sostenere anche piccole produzioni con la stessa professionalità riservata ai prodotti di linea principale.
Questo consente di ottenere svariate tipologie di latte in polvere a uso zootecnico utili ad allevare vitelli bovini e bufalini, agnelli, capretti e perfino suinetti, laddove necessario.

Quindi?

Beh, la nostra parte fin qui l’abbiamo fatta.
Adesso tocca all’allevatore. La domanda che i nostri specialisti pongono e si pongono è troppo spesso la stessa: “Ottenuto il miglior prodotto disponibile sul mercato per i tuoi animali, sei in grado di gestirlo correttamente?”
La questione non è banale, tutt’altro!

Proviamo a fare un minimo di accademia del bravo allevatore.
Quando si sceglie un latte in polvere a uso zootecnico di qualsiasi provenienza, ovviamente meglio se nostro, si deve prima di tutto ascoltare.
Le parole pronunciate dal rappresentante, o dal tecnico della ditta fornitrice, non sono rivolte a completare un tentativo di rapina, come talvolta viene erroneamente considerata l’attività sacrosanta del commercio. I suggerimenti di utilizzo, la richiesta di attenzioni, l’esigenza di ordine, pulizia e buone pratiche non sono frasi recitate a memoria in risposta a comandi dell’azienda mandante.
Sono molto spesso piccole perle di saggezza, utili prima di tutto all’allevatore e ai suoi animali. Non ascoltarle significa azzoppare il risultato del prodotto acquistato, ma soprattutto danneggiare il proprio patrimonio zootecnico.

Detto questo, ai nostri clienti non chiediamo la luna, nemmeno di stravolgere le consuete pratiche zootecniche.
Chi acquista da noi un latte in polvere a uso zootecnico mirato alla propria specie allevata riceve principalmente suggerimenti d’uso del prodotto e delle attrezzature sia Cima che presenti in azienda.
La cura da riservare a:
* vitelli
* annutoli
* agnelli
* capretti
* suinetti
non ha differenze di specie. Parliamo sempre e comunque di animali in fase neonatale. Sono i primi passi dopo la venuta al mondo, che già di per sé è un trauma che necessita di attenzioni eccezionali.
Non è consentito quindi delegare all’uso del latte in polvere a uso zootecnico la soddisfazione completa delle esigenze dei neonati, esonerando l’allevatore dalle buone pratiche di conduzione del reparto.

Latte in polvere per vitelli


I suggerimenti che diamo ai clienti sia in forma verbale che scritta sono un utile riordino di nozioni che l’allevatore ha raccolto in tanti anni di esperienza e messo nel novero delle cose automatiche da fare.
Ma che purtroppo si tende a dimenticare.
Dettagli fondamentali che ci portano a scoprire:
* animali senza acqua di abbeverata a disposizione
* mangiatoie piene di avanzi
* lettiere senza manutenzione
* piani alimentari improvvisati
* piani sanitari incoerenti
* assenza di controllo fra i pasti
* ricoveri male attrezzati
* poca attenzione alle attrezzature

Allarmismo? Nient’affatto.
Esagerazioni? Nemmeno.
Semplice consapevolezza che casistiche simili esistono. E che il nostro compito è vendere bene la migliore e più ricca produzione di latte in polvere a uso zootecnico attualmente in commercio, dove vendere bene non significa soltanto piazzare un prodotto alle condizioni ideali per il proponente.
La nostra mission infatti, dichiarata a chiare lettere nella homepage, è essere una squadra produttiva con un forte credo, preparata e attenta alle persone per essere la più empatica, competente, sicura, continua e affidabile.

La sua realizzazione in allevamento è semplice, ma richiede uno sforzo da parte del cliente: mettere in gioco le proprie esperienze, traducendole in azioni concrete, continue e organizzate. L’aiuto che noi forniamo, affiancato alla vendita di latte in polvere a uso zootecnico, va in questa direzione.

E scoprirai che anche la nostra conoscenza più che trentennale è supportata da esperienze maturate in mezza Europa soprattutto in materia di benessere animale. La ricerca dei nostri partner infatti è rivolta sia alla tecnologia del prodotto, sia all’applicazione pratica di sistemi alimentari e di allevamento inediti.
Solo cervelli particolarmente attenti possono arrivare a inaugurare vitellaie modellate come sale giochi dove gruppi ristretti di animali hanno a disposizione un’accurata selezione di alimenti unita a un ambiente confortevole e divertente. Questo video è da vedere! (settore vitelli da ingrasso)
E noi apprendiamo da questi geni, approfittane!

Pertanto, non importa se sei allevatore di vitelli, di annutoli, agnelli o capretti.
L’importante è che applichi sui neonati della tua stalla le migliori cure possibili, fra le quali c’è necessariamente la scelta di Cima, l’azienda giusta al tuo fianco.


Vedi anche
25/03/2018
25/05/2017
25/03/2017
25/11/2017
25/01/2018
25/11/2017